ESTRATTORE DI SUCCO A FREDDO: ECCO COME FUNZIONA

Se siete alla ricerca di informazioni sugli estrattori di succo a freddo e soprattutto sul loro funzionamento, questo articolo fa proprio al caso vostro. Come ben saprete, si tratta di un elettrodomestico spesso chiamato anche “slow juicer” in grado di ricavare da frutta e verdure succhi genuini dalle proprietà nutritive inalterate. L’estrattore infatti  nel separare gli scarti dalle parti buone della frutta e della verdura, non si riscalda mai permettendo dunque a ciò che viene estratto di non perdere nessuna delle sue sostanze benefiche.

Negli ultimi anni sta riscuotendo un notevole successo, andando a sostituire progressivamente altri elettrodomestici comuni come i frullatori, le centrifughe e gli spremiagrumi.

Il suo grande punto di forza risiede nella sua lavorazione lenta: l’estrattore non sottoponendo gli alimenti a surriscaldamento, ne impedisce l’ossidazione preservando tutte le proprietà organolettiche dei cibi inseriti.

FUNZIONAMENTO

Il principio fondamentale che regola il funzionamento di questi apparecchi è che frutta e la verdura non vengono né triturate né sminuzzate, bensì pressate dalla coclea (una sorta di vite molto grande), azione che garantisce una migliore estrazione dei succhi con conseguente riduzione degli scarti. Utilizzando un estrattore, infatti, si stima che la resa degli ingredienti sia superiore almeno del 20% rispetto ad una tradizionale centrifuga.

Il funzionamento di base, di questo prodotto infatti, si discosta da quello delle centrifughe: si inserisce l’alimento in un tubo di immissione (lo si può anche spingere con uno stantuffo, di solito fornito in dotazione) e si lascia lavorare la macchina che provvederà ad estrarre fino all’ultima goccia di succo, facendo fuoriuscire quest’ultimo da un beccuccio e la polpa, il comune scarto, da un altro beccuccio.

Qualsiasi tipologia di vegetale può essere trattata con un estrattore, anche la verdura a foglia e le erbe, naturalmente avendo l’accortezza di eliminare eventuali bucce, semi, e -qualsiasi altro elemento potrebbe ostacolare l’azione della macchina.

Se volete saperne ancora di più, come funziona un estrattore di succo a freddo viene ben spiegato qui: http://estrattoredisucco.info

COME USARLO

Eccovi una serie di consigli per sfruttarlo al meglio:

Per via della sua particolare struttura, nell’estrattore non possono essere inserite tutte le parti della frutta e della verdura per cui,ad esempio, i noccioli vanno eliminati manualmente prima di versare la frutta nel boccale. Nessun problema invece con i semi più piccoli come quelli dell’anguria o del melone che sono tranquillamente processati dall’estrattore senza danneggiarlo.

E’ opportuno tagliare gli alimenti più fibrosi come ad esempio il gambo del finocchio  in pezzi più sottili per evitare che i filamenti tipici di questo tipo di verdura ostruisca il filtro.

E’ preferibile inoltre, tagliare a dadini gli ortaggi e le verdure molto duri e poco succosi come le carote e in generale i tuberi per evitare che l’estrattore si blocchi o che il succo estratto non sia sufficiente.

Gli agrumi, la banana, il mango e in genere tutti gli alimenti con buccia spessa vanno sempre sbucciati prima di essere inseriti nell’estrattore.

CURIOSITA’

Forse non tutti sanno che con un estrattore di succo è possibile realizzare anche altre ricette oltre ai succhi: ovviamente alcune di queste possono essere realizzate soltanto con un buon kit di accessori in dotazione.

Eccovi qui di seguito un elenco dei principali che l’estrattore di succo vi consentirà di realizzare comodamente a casa vostra:

Latte vegetale: è possibile realizzare latte di mandorla, di soia, di nocciola o d’avena con l’unica accortezza di mettere in ammollo prima la frutta secca da lavorare per non danneggiare l’estrattore di succo.

Omogeneizzati e zuppe: è possibile prepararli sia con verdure che con frutta, in maniera molto rapida e semplice. Questo è particolarmente utile per le famiglie con bambini.

Sorbetto: molti modelli prevedono in dotazione un particolare filtro in plastica che serve per lavorare la frutta e la verdura congelata, in modo da realizzare sorbetti e gelati.

Marmellata: può essere preparata semplicemente facendo cuocere in padella con dello zucchero il succo e/o gli scarti di polpa della frutta con cui si desidera preparare la confettura

Pesto: basterà utilizzare il filtro a maglia larga e inserire olio, aglio , parmigiano e basilico per preparare un ottimo pesto classico genovese, personalizzabile poi con varianti infinite. Con questo tipo di filtro potrete infatti preparare numerosissime salse, ad esempio alle olive o a base di rucola.

Passata di pomodoro: sempre con il comodo filtro a fori ampi è possibile fare in casa vostra la tradizionale passata di pomodoro.